Ciaramicola - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Ciaramicola.

Ciaramicola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ciaramicola
Origini
Luogo d'origine
 
Italia
RegioneUmbria
DiffusioneRegionale
Zona di produzionePerugia
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principali
  • farina
  • zucchero
  • burro
  • uova
  • alchermes
  • confettini colorati
[1]
La ciaramicola
La ciaramicola

La ciaramicola è un tipico dolce pasquale della provincia di Perugia; si tratta di una torta a forma di ciambella, di colore rosso con glassa bianca e confettini colorati di copertura. Questo dolce, nato come inno alla città di Perugia, rappresenta i cinque rioni di Porta Sole, Porta Sant'Angelo, Porta Susanna, Porta Eburnea e Porta San Pietro. I colori che compaiono nel dolce fanno riferimento ai rioni e allo stemma di Perugia. Rossa all'interno, coperta di glassa bianca all'esterno e impreziosita di confettini colorati[2][3][4].

Ingredienti (per 4 persone)

  • 500 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 120 g di burro o strutto
  • 3 uova
  • 50 ml di alchermes
  • scorza grattugiata di buccia d'arancia o limone
  • una bustina di lievito per dolci (dose per 1/2 kg)
  • latte
  • confettini colorati[5]

Preparazione

Disporre a fontana su una spianatoia la farina, il lievito in polvere per dolci, un pizzico di sale e lo zucchero. Versare al centro la scorza grattugiata, due uova e un tuorlo e aggiungere gradualmente l'alchermes, evitando di far entrare in contatto il liquore con le uova. Impastare il tutto per qualche minuto. Unire quindi strutto o burro e lavorare finché l'impasto non sarà soffice. Versare in uno stampo per ciambella imburrato e infornare a 180 °C per circa mezz'ora. Togliere dal forno e, nel frattempo, montare a neve l'albume rimasto con un pizzico di zucchero. Disporre le chiare montate a neve sulla superficie del dolce e spargervi sopra una pioggia di confettini colorati. Rimettere nel forno, spento, affinché la meringa si rassodi e conservi il colore bianco.

Curiosità

«La ciaramicola è collegata ad una tradizione: veniva regalata dalle fidanzate agli innamorati il giorno di Pasqua.»

(Almadori, 2013 op. cit., pag. 114)

Note

  1. ^ Daniela Guaiti, Umbria, Edizioni Gribaudo, 2010, p. 107, ISBN 978-88-7906-844-4.
  2. ^ Pasqua in Umbria: la ciaramicola, ricetta del dolce bianco e rosso di Perugia, su Umbria Take Away. URL consultato il 17 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2016).
  3. ^ Ciaramicola, su tipicamenteumbria.it. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  4. ^ I dolci delle feste, Touring Editore, 2004, p. 124, ISBN 978-88-365-3063-2.
  5. ^ Boini, 1995 op. cit.

Bibliografia

  • Mafalda Marri Almadori, Perle della tipica e tradizionale cucina umbra : ricette, segreti, curiosità e trucchi della buona cucina ..., Todi, Edizioni dell'Anthurium, 2013. ISBN 978-88-89552-40-7
  • Rita Boini, La cucina Umbra : sapori di un tempo, Perugia, Calzetti Mariucci, 1995, 236. (ISBN non esistente)
Portale Cucina Portale Umbria
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Ciaramicola
Listen to this article