For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Loungers.

Loungers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Loungers
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1996
Generemusicale, commedia
RegiaMarc Forster
SceneggiaturaMarc Forster
FotografiaRoberto Schaefer
Interpreti e personaggi
  • Greg Lauren:

Loungers è un film del 1996 diretto da Marc Forster, al suo esordio alla regia.

Trama

Un musical surreale su un cantante di piano bar di bassa lega e donnaiolo.[1][2]

Produzione

Il film è nato perché l'attore Greg Lauren, nipote di Ralph e amico di Marc Forster, desiderava un ruolo da protagonista di spessore con cui ampliare il proprio portfolio.[1] Forster, che all'epoca stava cercando di diventare un regista, ha approcciato il progetto «più come un divertissement [...] [che] un'opportunità di esprimersi artisticamente».[1]

È stato girato in dieci giorni in un'unica casa a Los Angeles.[3] Essendo un film a costo zero, tutti vi hanno lavorato a titolo gratuito.[3] Il direttore della fotografia Roberto Schaefer, che Forster aveva incontrato sei mesi prima durante la produzione di un videogioco tie-in per Johnny Mnemonic di cui conosceva il regista, l'ha girato in Super 16 millimetri.[3]

Distribuzione

Il film è stato accettato alla 2ª edizione dello Slamdance Film Festival, un festival di cinema indipendente a Park City nato in contrapposizione al più famoso Sundance, venendovi presentato in anteprima nel gennaio 1996.[1][4][5][6][7] Nonostante l'accoglienza molto positiva e l'avervi vinto il premio del pubblico, non è mai stato distribuito negli Stati Uniti o altrove per una questione di diritti musicali.[1][2][7]

Riconoscimenti

Note

  1. ^ a b c d e f (EN) Margy Rochlin, FILM; From Switzerland With Lots of Buzz, in The New York Times, 23 dicembre 2001, p. 13. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  2. ^ a b c (EN) Janelle Brown, In darkness, he see the light, in Los Angeles Times, 21 novembre 2004. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  3. ^ a b c (EN) Silas Lesnick, Camerimage Interview: Cinematographer Roberto Schaefer, su Comingsoon.it, 29 novembre 2013. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  4. ^ a b (EN) Slamdance soph sesh sets dozen, in Variety, 10 gennaio 1995. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  5. ^ (EN) Charles Lyons, Slamdance chronology, in Variety, 21 gennaio 1999. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  6. ^ a b (EN) Dan Mirvish, The Cheerful Subversive's Guide to Independent Filmmaking, Taylor & Francis, 2016, pp. 164-165, ISBN 9781317289869.
  7. ^ a b c d e (EN) Marc Forster, in Variety, 14 gennaio 2009. URL consultato il 1º ottobre 2021.
Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Loungers
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.