For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Silvio Ceccato.

Silvio Ceccato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvio Ceccato, Lucio Fontana e Pino Parini a Milano nel 1964
Silvio Ceccato, Lucio Fontana e Pino Parini a Milano nel 1964

Silvio Ceccato (Montecchio Maggiore, 25 gennaio 1914Milano, 2 dicembre 1997) è stato un filosofo, linguista e accademico italiano.

Filosofo irregolare, dopo aver proposto una definizione del termine "filosofia" e un'analisi dello sviluppo storico di questa disciplina, a partire dalla fine degli anni '40 ha preferito prenderne le distanze e perseguire la costruzione di un'opzione alternativa, denominata inizialmente "metodologia operativa" e in seguito "cibernetica della mente". Saggista prolifico, ha scritto numerosi libri, saggi, e articoli, rendendosi noto in particolare nel campo della cibernetica. Pur ottenendo notevole successo di pubblico con i suoi libri, riscosse scarso successo negli ambienti scientifici e filosofici accademici. Fu tra i primi in Italia ad interessarsi alla traduzione automatica di testi, settore in cui ha fornito importanti contributi scientifici. Negli anni sessanta sperimentò anche la relazione tra cibernetica e arte in collaborazione con il Gruppo V di Rimini.

Studioso della mente, intesa come l'insieme delle attività che l'uomo svolge per costituire i significati, memorizzarli ed esprimerli, ne propose un modello in termini di organo - funzione, scomponendo quest'ultima in fasi provvisoriamente elementari di un ipotetico organo, e nelle loro combinazioni in sequenze operazionali, in parte poi designate dalle parole e dalle frasi, o da altri codici utilizzati nei rapporti sociali. Su questi argomenti pubblicò 21 volumi e centinaia di saggi.

Insieme a Vittorio Somenzi (scomparso nel dicembre 2003) e Giuseppe Vaccarino, fondò ed animò la "Scuola Operativa Italiana", il cui patrimonio di pensiero è tuttora oggetto di studio e ricerca, sia in Italia che all'estero[1].

Biografia

Studiò Giurisprudenza, violoncello e composizione musicale. Nel 1949 fondò (insieme a Vittorio Somenzi e Giuseppe Vaccarino) la rivista internazionale Methodos, che proseguì le pubblicazioni fino al 1964.

Nel 1956 progettò e costruì Adamo II, un prototipo illustrativo della successione di attività proposte come costitutive dei costrutti mentali da lui chiamati "categorie mentali" per analogia e in omaggio a Kant. Fu libero docente di Filosofia della scienza a Milano. Diresse il Centro di Cibernetica e di Attività Linguistiche dell'Università degli Studi di Milano dalla sua fondazione, nel 1957, fino al suo passaggio allo IULM.

Nel 1987 incontró, durante una cena di gala, il Professore di Sistemi di controllo, presso l’Università di Pavia, Piero, detto Pierino dai suoi familiari, Mella. Successivamente a questo incontro ispiratore decise, nel 1988 di partecipare come attore nel film "32 dicembre" di Luciano De Crescenzo, interpretandovi il ruolo del folle Cavalier Sanfilippo che si crede Socrate.

Pensiero

Un tecnico tra i filosofi, così intitolò i due volumi apparsi nelle Edizioni Marsilio di Padova, rispettivamente nel 1964 e nel 1966 con i rispettivi sottotitoli: "Come filosofare" (vol. I ) e "Come non filosofare" (Vol. II).

Opere

  • Il linguaggio con la Tabella di Ceccatieff, Actualités Scientifiques et Industrielles, Éditions Hermann, Paris, 1951
  • Adamo II, Congresso Internazionale dell'Automatismo, Milano, 8-13 aprile 1956, pp. 1–8
  • Linguistic analysis and programming for mechanical translation, Gordon & Breach, New York, 1961
  • Un tecnico fra i filosofi, Marsilio, Padova, 1962/1964
  • Cibernetica per tutti, Feltrinelli, Milano, 1968
  • Corso di linguistica operativa, Longanesi, Milano, 1969
  • Il gioco del Teocono, All'Insegna del Pesce d'Oro, Milano, 1971
  • La mente vista da un cibernetico, ERI, Torino, 1972 (testo online)
  • La terza cibernetica. Per una mente creativa e responsabile, Feltrinelli, Milano, 1974
  • Monografia Valerio Miroglio, Ed. Priuli&Verlucca, Ivrea, 1979
  • Ingegneria della felicità, Rizzoli, Milano, 1985
  • La fabbrica del bello, Rizzoli, Milano, (1987)
  • (insieme a Carlo Oliva) Il linguista inverosimile, Mursia, Milano, 1988
  • Contentezza e intelligenza, Rizzoli, (1989)
  • Mille tipi di bello, Stampa alternativa, Viterbo, 1995
  • C'era una volta la filosofia, Spirali, Milano 1996
  • Il maestro inverosimile, Bompiani, Milano, II edizione 1972 (CL 04-0355-5)

Note

Bibliografia

Altri progetti

Controllo di autoritàVIAF (EN200293268 · ISNI (EN0000 0003 8545 4871 · SBN CFIV022757 · LCCN (ENn81032118 · GND (DE122645839 · BNF (FRcb120206146 (data) · J9U (ENHE987007339020805171 · CONOR.SI (SL238464355 · WorldCat Identities (ENlccn-n81032118
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Silvio Ceccato
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.