Sistemi di classificazione dei film

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

I sistemi di classificazione dei film sono usati dalle commissioni per ammettere o escludere dalla visione gli spettatori più giovani. I film sono valutati secondo vari parametri: i più comuni sono la presenza di scene violente o erotiche, la volgarità del linguaggio o delle situazioni, oppure contenuti o temi considerati socialmente controversi. Le modalità di classificazione variano di paese in paese, con le autorità designate che emettono vari tipi di certificazioni, giudizi e visti censura. Spesso la censura vera e propria del film è sostituita dall'esclusione dei minori dalla visione. Le sale cinematografiche possono essere legalmente obbligate ad applicare le limitazioni di età.

In alcuni paesi gli organi ministeriali (statali o federali) si occupano direttamente della classificazione dei film; in altri (come gli Stati Uniti) vige un sistema di auto-regolamentazione che lascia questo compito ad associazioni di categoria. In molti paesi film considerati offensivi per la morale sono stati censurati, vietati ai minori o esclusi dalla distribuzione.

I fattori che determinano la classificazione di un film variano a seconda dei paesi. Negli Stati Uniti i film con scene di sesso sono spesso vietati ai minori, anche se gli stessi film escono poi senza divieti in altri paesi (solitamente europei). Al contrario, film violenti che non sono vietati ai minori negli USA lo sono più di frequente nel Regno Unito[1]. Altri fattori potrebbero determinare la valutazione, come l'ambientazione in un contesto storico o realistico, il fatto che la violenza sia commessa dal protagonista per il quale lo spettatore tende a empatizzare, oppore il modo più o meno apologetico con il quale si mettono in scena le imprese criminali. In Germania, per esempio, i film che mostrano la violenza della guerra tendono ad avere divieti più bassi rispetto ad altri di pura fiction.

Un film può anche essere rimontato se ottiene un divieto ai minori considerato troppo alto da produttori o distributori, oppure tagliato su indicazione diretta della commissione di valutazione. Talvolta la versione destinata all'esportazione ha un montaggio diverso rispetto a quella distribuita nel paese di origine.