Vespadelus pumilus - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Vespadelus pumilus.

Vespadelus pumilus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vespadelus pumilus
Stato di conservazione
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Genere Vespadelus
Specie V.pumilus
Nomenclatura binomiale
Vespadelus pumilus
Gray, 1841

Vespadelus pumilus (Gray, 1841) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso in Australia.[1][2]

Descrizione

Dimensioni

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 35 e 44 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 28,1 e 32,9 mm, la lunghezza della coda tra 28 e 34 mm, la lunghezza del piede tra 4,2 e 6,1 mm, la lunghezza delle orecchie tra 9 e 12 mm e un peso fino a 6 g.[3]

Aspetto

La pelliccia è lunga e lanuginosa. Le parti dorsali sono bruno-nerastre, mentre le parti ventrali sono marroni. Le orecchie sono bruno-nerastre, corte, triangolari e ben separate tra loro. Le membrane alari sono nerastre. La coda è lunga e inclusa completamente nell'ampio uropatagio, il quale è ricoperto di peli.

Ecolocazione

Emette ultrasuoni ad alto ciclo di lavoro sotto forma di impulsi di breve durata con frequenza modulata finale di 50,5-58 kHz[4].

Biologia

Comportamento

Si rifugia nelle cavità degli alberi.

Alimentazione

Si nutre di insetti.

Riproduzione

Le femmine danno alla luce un piccolo alla volta.

Distribuzione e habitat

Questa specie è diffusa in tre zone separate del Queensland orientale, tra il tavoliere di Atherton e Newcastle, nel Nuovo Galles del Sud nord-orientale e sull'isola di Lord Howe.

Vive nelle foreste umide.

Stato di conservazione

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la popolazione probabilmente numerosa e la presenza in diverse aree protette, classifica V.pumilus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note

  1. ^ a b c (EN) Pennay, M. & Hall, L. 2008, Vespadelus pumilus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Vespadelus pumilus, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Menkhorst & Knight, 2001.
  4. ^ Pennay M, Law B & Reinhold L, Bat calls of New South Wales (PDF), NSW Department of Environment and Conservation, 2004.

Bibliografia

  • Peter Menkhorst & Frank Knight, A Field Guide to the Mammals of Australia, Oxford University Press, USA, 2001, ISBN 9780195508703.

Altri progetti

Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Vespadelus pumilus
Listen to this article