cover image

Baionetta

Arma da punta/taglio che si inasta al fucile / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Caro Wikiwand AI, Facciamo breve rispondendo semplicemente a queste domande chiave:

Puoi elencare i principali fatti e statistiche su Baionetta?

Riassumi questo articolo per un bambino di 10 anni

MOSTRA TUTTE LE DOMANDE

La baionetta è un'arma bianca montata sulla canna di un fucile che, specialmente nelle guerre tra il XVII e XIX secolo, consentiva alle formazioni di fanteria di attaccare il nemico a distanza ravvicinata, generalmente dopo aver esaurito le munizioni delle armi da fuoco.

The_British_Army_in_Britain%2C_1941_H10633.jpg
Un fante britannico nel 1941 con una lunga sciabola-baionetta in stile Grande Guerra innestata al fucile.

Il termine deriva dal francese baïonnette,[1] dalla città basca di Bayonne in Francia, dove venne fabbricata la prima volta. Inizialmente le baionette erano lunghe 90 cm circa e, assieme alla lunghezza del fucile, servivano per respingere la cavalleria. Il calcio del fucile veniva "piantato" a terra e l'intera arma piegata in avanti in modo da creare una barriera di "lance" in grado di fermare la cavalleria.[2] Una seconda versione di baionetta, più corta, lunga circa 45–50 cm serviva per il combattimento corpo a corpo.

Incidentalmente, segnaliamo che — pur essendo del tutto prevalente l'impiego della baionetta su fucili o carabine — si sono dati casi di applicazione della baionetta anche ad altri tipi di armi, come la baionetta Pritchard per il revolver Webley,[3] quella che equipaggiava la rivoltella Nagant per la gendarmeria lussemburghese,[4] o quelle dei mitra Sterling e MAB 38. È segnalato quanto meno un caso di baionetta a corredo di mitragliatrice leggera, la giapponese Type 96 (Seconda guerra mondiale).[5]

Un aspetto poco intuitivo, ma tutt'altro che irrilevante o remoto,[6] è l'impiego della baionetta in servizi di ordine pubblico, anche da parte di forze di polizia o di paramilitari.[7]

Oops something went wrong: