cover image

Twitter

servizio gratuito di social network e microblogging / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Twitter (pronuncia AFI [ˈtwɪtər]) (TWTR)[3] è un servizio di notizie e microblogging fornito dalla società Twitter, Inc. con sede a San Francisco (Stati Uniti) e con filiali a San Antonio e Boston.

Quick facts: Twitter sito web, URL, Tipo di sito, Lingua, ...
Twitter
sito web
Logo
URLtwitter.com
Tipo di sitoSocial network
LinguaMultilingua
RegistrazioneGratuita
Scopo di lucro
ProprietarioX Holdings[1]
Creato da
Lancio15 luglio 2006
Fatturato 5,077 miliardi di $ (2021)[2]
Stato attualeAttivo
SloganWhat's happening?
Close

Twitter, Inc. è stato originariamente creato in California ma nel 2007 è passato sotto la giurisdizione dello Stato del Delaware.[4] Da quando Jack Dorsey lo creò nel marzo 2006 e lanciò nel luglio dello stesso anno, la rete ha guadagnato popolarità in tutto il mondo; si stima abbia più di 300 milioni di utenti che generano 65 milioni di tweet al giorno e gestisca più di 800 000 richieste di ricerca giornaliere. È stato anche soprannominato "l'SMS di Internet".[5]

La rete consente di postare[6] brevi messaggi di testo di breve lunghezza, con un massimo di 280 caratteri[7] (originariamente 140),[8] chiamati tweet, che vengono visualizzati nella pagina principale dell'utente. Gli utenti possono iscriversi ai tweet di altri utenti, questo si chiama "seguire" e gli abbonati si chiamano "seguaci",[9] follower e talvolta tweep[10] (Twitter + peeps, seguaci alle prime armi che non hanno ancora fatto molti tweet). Per impostazione predefinita i messaggi sono pubblici e possono essere trasmessi privatamente, mostrandosi solo a determinati seguaci. Gli utenti possono twittare dal sito web del servizio con applicazioni esterne ufficiali (come per gli smartphone) o tramite il servizio SMS (Short Message Service) disponibile in alcuni paesi.[11] Sebbene il servizio sia gratuito, accedervi tramite SMS comporta tariffe di supporto stabilite dal gestore di telefonia mobile. Twitter utilizza e contribuisce a numerosi progetti open source.[12][13]

Nel 2012 ha raggiunto i 500 milioni di iscritti e 200 milioni di utenti attivi che accedono almeno una volta al mese.[14] Nel 2013 era uno dei dieci siti più visitati; al 2018 Twitter contava oltre 321 milioni di utenti attivi mensilmente e fatturava oltre 2,5 miliardi di dollari all'anno, con un valore di mercato superiore a 10 miliardi di dollari. [15]

Il 25 aprile 2022 il consiglio di amministrazione di Twitter ha concordato un'acquisizione da 44 miliardi di dollari da parte di Elon Musk, CEO di SpaceX e Tesla.[16][17][18] L'8 luglio Musk ha dichiarato che stava rescindendo l'accordo, sostenendo che la società di social media non aveva fornito informazioni sugli account falsi presenti nella piattaforma.[19][20][21] Il 27 ottobre Elon Musk è tornato sui suoi passi, completando l'operazione di acquisto di Twitter per 44 miliardi di dollari. La prima decisione presa da Musk in quanto nuovo proprietario della compagnia è stata il licenziamento di almeno quattro top manager, tra cui il CEO Parag Agrawal.[22]