Chiesa dei Santi Niccolò e Lucia - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Chiesa dei Santi Niccolò e Lucia.

Chiesa dei Santi Niccolò e Lucia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Chiesa dei Santi Niccolò e Lucia
La facciata
Stato
 
Italia
Regione
 
Toscana
LocalitàSiena
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareNicola di Bari, Lucia di Siracusa
Arcidiocesi Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino
Stile architettonicoManierismo e Barocco
Inizio costruzioneXV e XVI secolo

Coordinate: 43°18′54.76″N 11°19′40.16″E / 43.315212°N 11.327821°E43.315212; 11.327821

Interno
Interno

La chiesa dei Santi Niccolò e Lucia è un luogo di culto cattolico che si trova lungo il Pian dei Mantellini, nel centro storico di Siena.

Storia e descrizione

Si tratta di un edificio d'origine medioevale completamente ristrutturato fra la fine del Cinquecento e gli inizi del secolo successivo.

La chiesa è fin dalla sua fondazione sede della Venerabile Confraternita dei SS. Niccolò e Lucia, santi che sono anche i titolari della chiesa stessa. Ogni anno il 13 dicembre, memoria di Santa Lucia, si tengono i solenni festeggiamenti in onore della Santa, con la popolare fiera dei prodotti artigianali che si snoda lungo tutta la via antistante di Pian dei Mantellini.

L'interno, prettamente seicentesco, si articola in un ambiente unico con tre altari, ornato con affreschi e stucchi prevalentemente seicenteschi, eseguiti da maestranze senesi. Nel soffitto decorazioni di Ventura Salimbeni, Francesco Vanni, Sebastiano Folli e altri.

All'altare destro un frammento di affresco raffigurante il volto della Vergine, probabile copia da Simone Martini, che la tradizione attribuisce come l'immagine venerata da San Bernardino da Siena sull'Antiporto di Camollia. Degna di menzione la scenografica pala dell'altare maggiore con il Martirio di santa Lucia, realizzata da Francesco Vanni nel 1606. A botteghe senesi seicentesche spettano i sobri e raffinati pancali lignei collocati ai lati dell'ingresso e gli otto angeli intagliati e dorati collocati su mensole lungo la navata e nell'abside. Nell'archivio della Confraternita si conserva anche un manoscritto considerato da molti studiosi una lettera originale di Santa Caterina da Siena.

Tra i manufatti pervenutici dell'antico oratorio spiccano le due statue in terracotta policromata di San Niccolò e Santa Lucia, attribuite a Giacomo Cozzarelli o a un seguace di Francesco di Giorgio Martini.

Sulla cantoria in controfacciata si trova l'organo a canne Tronci opus 96, costruito nel 1834; a trasmissione integralmente meccanica, dispone di 13 registri ed è racchiuso all'interno di una cassa lignea di sobria fattura.

Galleria d'immagini

  • Controfacciata e organo
    Controfacciata e organo
  • Affreschi della volta
    Affreschi della volta
  • Altare della Madonna
    Altare della Madonna
  • Martirio di Santa Lucia di Francesco Vanni
    Martirio di Santa Lucia di Francesco Vanni
  • Particolare dei pancali
    Particolare dei pancali
  • San Niccolò attribuito a Giacomo Cozzarelli
    San Niccolò attribuito a Giacomo Cozzarelli
  • Santa Lucia attribuita a Giacomo Cozzarelli
    Santa Lucia attribuita a Giacomo Cozzarelli

Bibliografia

  • Toscana. Guida d'Italia (Guida rossa), Touring Club Italiano, Milano 2003, p. 536.
  • Giordano Giustarini e Cesare Mancini, Repertorio degli organi storici, in Un così bello e nobile istrumento. Siena e l'arte degli organi, Siena, Protagon, 2008, pp. 257-259, ISBN 978-88-8024-240-6.

Altri progetti

Portale Architettura Portale Cattolicesimo Portale Toscana
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Chiesa dei Santi Niccolò e Lucia
Listen to this article