Giorno festivo - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Giorno festivo.

Giorno festivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce o sezione sull'argomento politica ha un'ottica geopolitica limitata. Contribuisci ad ampliarla o proponi le modifiche in discussione. Se la voce è approfondita, valuta se sia preferibile renderla una voce secondaria, dipendente da una più generale. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.

Per giorno festivo si intende un giorno in cui le attività lavorative di uno stato, regione o di un comune vengono per la maggior parte sospese. Si oppone al termine di giorno feriale.

Una tale festività si può ripetere seguendo un ciclo settimanale. Questo è il caso del sabato per la religione ebraica, quindi il cosiddetto Shabbat[1], della domenica per quella cristiana e il venerdì per quella islamica. Similmente, anche il ritmo annuale può segnare giorni festivi.

In culture non cristiane, il ritmo può variare: nel calendario rivoluzionario francese, le festività si ripetevano ogni dieci giorni in alternativa alla domenica, il che contribuì al fallimento del calendario.[2]

Giorni festivi in Italia

Lo stesso argomento in dettaglio: Festività in Italia.

In Italia la domenica è sempre giorno festivo, e quindi automaticamente la Pasqua, ossia la domenica successiva al primo plenilunio successivo al 21 marzo[3] è civilmente festiva per il fatto che è sempre di domenica. In aggiunta, il calendario italiano prevede le seguenti festività[4][5]:

Caratteristica dell'ordinamento italiano è una tredicesima festività, la Festa del santo patrono, ossia un giorno festivo stabilito da ogni comune limitatamente al proprio territorio. Vi è poi il caso particolare dell'Anniversario della Vittoria, che fu spostato nel 1977 dal 4 novembre alla prima domenica di quel mese, comportando ogni anno per i lavoratori dipendenti la paga di un giorno supplementare in tale data.[6]

In passato esistevano in Italia altre quattro festività, che furono soppresse nel 1977[7], ossia la Festa del papà o di S. Giuseppe (19 marzo), l'Ascensione (il giovedì della sesta settimana dopo la Pasqua), il Corpus Domini (il giovedì dell'ottava settimana dopo la Pasqua), e la festa dei Santi Pietro e Paolo (29 giugno). Inizialmente anche l'Epifania (il 6 gennaio) era stata soppressa, ma otto anni dopo venne ripristinata.[8] Il senso di questa eliminazione fu di aumentare il PIL tenendo aperte le aziende e quindi contribuendo a una maggiore produttività non già del lavoro, ma delle infrastrutture.

Giorni festivi nella Città del Vaticano

Per tutti gli uffici della Città del Vaticano e della Santa Sede la domenica è sempre giorno festivo. In aggiunta, il calendario vaticano prevede le seguenti festività che sono osservate anche dalle ambasciate presso la Santa Sede:[5][9]

Giorno Ricorrenza Note
1º gennaio Maria Santissima Madre di Dio
6 gennaio Epifania
11 febbraio Anniversario della istituzione dello Stato della Città del Vaticano
Variabile Anniversario della elezione del Sommo Pontefice Dal 2013: 13 marzo
19 marzo San Giuseppe
Variabile Giovedì Santo Nel 2019: 18 aprile
Variabile Venerdì Santo Nel 2019: 19 aprile
Variabile Sabato Santo Nel 2019: 20 aprile
Variabile Pasqua Nel 2019: 21 aprile
Variabile Lunedì dell'Angelo Nel 2019: 22 aprile
Variabile Martedì dopo la Pasqua Nel 2019: 23 aprile
Variabile Onomastico del Sommo Pontefice Dal 2013: 23 aprile
1º maggio San Giuseppe artigiano
Variabile Ascensione di Gesù Nel 2019: 30 maggio
Variabile Corpus Domini Nel 2019: 23 giugno
29 giugno Santi Pietro e Paolo
14 agosto Vigilia dell'Assunzione di Maria Santissima
15 agosto Assunzione di Maria Santissima
16 agosto Giorno dopo l'Assunzione di Maria Santissima
1º novembre Ognissanti
2 novembre Commemorazione dei defunti
8 dicembre Immacolata Concezione
24 dicembre Vigilia di Natale
25 dicembre Natale
26 dicembre Santo Stefano
27 dicembre San Giovanni
31 dicembre Ultimo giorno dell'anno

Note

  1. ^ drviscardo
  2. ^ walkingitaly
  3. ^ Equinozio di primavera
  4. ^ Utelio
  5. ^ a b Marbaro
  6. ^ Ogni prima domenica di novembre ai lavoratori dipendenti italiana viene riconosciuta una festività non goduta, come accade quando una delle altre tredici festività cade in domenica.
  7. ^ Legge 5 marzo 1977, n. 54 - Disposizioni in materia di giorni festivi, su gazzettaufficiale.it. URL consultato il 23 aprile 2018.
  8. ^ D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 792, su normattiva.it. URL consultato il 23 aprile 2018.
  9. ^ Codice di Diritto Canonico - IntraText

Voci correlate

Altri progetti

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85061453 · GND (DE4153848-1
Portale Antropologia Portale Festività Portale Sociologia
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Giorno festivo
Listen to this article