Giuseppina Tuissi

partigiana e antifascista italiana / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Giuseppina Tuissi, detta Gianna (Abbiategrasso, 23 giugno 1923Cernobbio, 23 giugno 1945), è stata una partigiana e antifascista italiana che militò come staffetta e collegatrice nella 52ª Brigata Garibaldi "Luigi Clerici". Dal settembre 1944 fu collaboratrice[1] del partigiano Luigi Canali, il capitano "Neri".

Quick facts: Giuseppina Tuissi "Gianna", Soprannome, Nasci...
Giuseppina Tuissi "Gianna"
SoprannomeGianna
NascitaAbbiategrasso, 23 giugno 1923
Mortepresumibilmente 23 giugno 1945
Cause della morteprobabile omicidio
Luogo di sepolturaignoto
Dati militari
Paese servitoItalia
CorpoCorpo Volontari della Libertà
Unità52ª Brigata Garibaldi "Luigi Clerici"
GradoStaffetta
GuerreResistenza italiana
Altre caricheOperaia
voci di militari presenti su Wikipedia
Close

"Gianna" ebbe un ruolo di primo piano negli avvenimenti di Dongo durante l'arresto e la fucilazione di Benito Mussolini e di Clara Petacci. Scomparve misteriosamente il 23 giugno 1945, nel giorno del suo ventiduesimo compleanno: si presume che sia stata uccisa e il suo corpo gettato nel lago di Como al Pizzo di Cernobbio.