Mario Tuti

terrorista italiano / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Mario Tuti (Empoli, 21 dicembre 1946) è un ex terrorista italiano fondatore del Fronte Nazionale Rivoluzionario; a metà anni settanta aderisce alla lotta armata e venne arrestato il 27 luglio del 1975 e condannato a due ergastoli per tre omicidi e a 14 anni di reclusione per aver guidato la rivolta dei detenuti nel carcere di Porto Azzurro nel 1987; nel 2013 ha ottenuto la commutazione della pena in regime di semilibertà.[1] Durante gli anni della lotta armata era soprannominato caterpillar.[2].

Mario Tuti (a destra) insieme a Piero Malentacchi (al centro).