Nazionale di calcio dell'Uruguay

squadra nazionale di calcio maschile rappresentante l'Uruguay / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

La nazionale di calcio dell'Uruguay (in spagnolo Selección de fútbol de Uruguay) è la rappresentativa calcistica dell'Uruguay ed è posta sotto l'egida dell'Asociación Uruguaya de Fútbol.

Table info: Uruguay , Sport, Federazione, Confederazi...
Uruguay
Uniformi di gara
Casa
Trasferta
Sport Calcio
Federazione AUF
Asociación Uruguaya de Fútbol
Confederazione CONMEBOL
Codice FIFA URU[1]
Soprannome La Celeste
Selezionatore Diego Alonso
Record presenze Diego Godín (157)
Capocannoniere Luis Suárez (68)
Stadio Stadio del Centenario
(60 235 posti)
Ranking FIFA 16º[2] (10 febbraio 2022)
Esordio internazionale
Uruguay 0 - 6 Argentina
Montevideo, Uruguay; 20 luglio 1902[3]
Migliore vittoria
Uruguay 9 - 0 Bolivia
Lima, Perù; 9 novembre 1927
Peggiore sconfitta
Uruguay 0 - 6 Argentina
Montevideo, Uruguay; 20 luglio 1902
Campionato del mondo
Partecipazioni 14 (esordio: 1930)
Miglior risultato Campioni nel 1930, 1950
Copa América
Partecipazioni 45 (esordio: 1916)
Miglior risultato Campioni nel 1916, 1917, 1920, 1923, 1924, 1926, 1935, 1942, 1956, 1959, 1967, 1983, 1987, 1995, 2011
Confederations Cup
Partecipazioni 2 (esordio: 1997)
Miglior risultato Quarto posto nel 1997, 2013
Torneo Olimpico
Partecipazioni 2[4] (esordio: 1924)
Miglior risultato Oro nel 1924, 1928
Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA
Partecipazioni 1 (esordio: 1985)
Miglior risultato Secondo posto nel 1985
Close

Soprannominata La Celeste, è la nazionale di calcio più titolata al mondo con 19 trofei in bacheca, nonché la prima ad aver organizzato e vinto un campionato mondiale di calcio. Nel palmarès della nazionale uruguaiana figurano 2 campionati mondiali, 15 Coppe America (primato insieme all'Argentina) e 2 tornei olimpici. Nelle 2 Confederations Cup a cui ha partecipato, nel 1997 e nel 2013, ha ottenuto il quarto posto. La nazionale uruguaiana ha inoltre raggiunto per 3 altre volte la semifinale del mondiale (1954, 1970 e 2010) e in Coppa America ha ottenuto 6 secondi posti, 9 terzi posti e 5 quarti posti, per un totale di 35 piazzamenti nei primi quattro posti (uno in meno dell'Argentina) in 45 partecipazioni alla competizione (primato). È stata, inoltre, finalista nella la Coppa Artemio Franchi 1985, prima edizione della competizione che mette di fronte le squadre detentrici della Coppa America e dell'Europeo.

La nazionale uruguaiana detiene anche un primato molto particolare: ha vinto tutti i tornei internazionali organizzati in casa, ovvero il Mondiale del 1930 e le Coppe America del 1917, 1923, 1924, 1942, 1956, 1967 e 1995, oltre al Mundialito del 1980-1981. A livello giovanile le nazionali uruguaiane hanno ottenuto due secondi posti nella Coppa del mondo Under-20 (1997, 2013) ed uno nella Coppa del mondo Under-17 (2011).

I migliori risultati a livello internazionale li ha ottenuti tra gli anni venti e gli anni cinquanta del XX secolo, quando vinse due mondiali e due tornei olimpici, oltre a svariati titoli continentali. Nel 2010 chiuse il mondiale sudafricano al quarto posto, risultato che non raggiungeva da quarant'anni. Nel 2011 vinse la Coppa America sedici anni dopo il suo ultimo successo.

Nella graduatoria FIFA, in vigore dall'agosto 1993, occupa il 13º posto.[2]