cover image

Impero ottomano

impero transcontinentale, esistito tra il 1299 e il 1922 / Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Caro Wikiwand AI, Facciamo breve rispondendo semplicemente a queste domande chiave:

Puoi elencare i principali fatti e statistiche su Impero ottomano?

Riassumi questo articolo per un bambino di 10 anni

MOSTRA TUTTE LE DOMANDE

L'Impero ottomano o osmanico,[4][5][6] noto anche come Impero turco (in lingua turca ottomana دَوْلَتِ عَلِيّهٔ عُثمَانِیّه, Devlet-i ʿAliyye-i ʿOsmâniyye; in turco moderno Osmanlı Devleti o Osmanlı İmparatorluğu, ufficialmente Sublime Stato ottomano[7]), è stato un impero transcontinentale esistito per 623 anni, dal 1299 al 1922, arrivando al suo apice a controllare buona parte dell'Europa sud-orientale, dell'Asia occidentale e del Nord Africa, e parti dell’Europa centrale e orientale. Fu uno degli imperi più vasti della storia e il più esteso del suo tempo nel XVII secolo. Venne fondato, in continuità con il sultanato selgiuchide di Rum, alla fine del XIII secolo nell'Anatolia nordoccidentale dal guerriero Osman I. Successivamente al 1354, i successori di Osman attraversarono l'Europa e, con la conquista dei Balcani, i beilicati turchi d'Anatolia vennero trasformati in un impero transcontinentale. Nel 1453 gli Ottomani misero fine all'Impero bizantino grazie alla conquista di Costantinopoli per opera di Maometto II il Conquistatore.

Quick facts: Impero ottomano, Dati amministrativi, Nome co...
Impero ottomano
Motto: دولت ابد مدت

Devlet-i Ebed müddet "Lo Stato Eterno"

Impero ottomano - Localizzazione
Impero ottomano - Localizzazione
L'Impero ottomano nel 1683, al suo apogeo
Dati amministrativi
Nome completoSublime Stato ottomano
Nome ufficialeOsmanlı İmparatorluğu
دولت عالیه عثمانیه
Devlet-i Aliye-i Osmaniye
Lingue ufficialiturco ottomano
Lingue parlateturco, persiano, albanese, arabo, azero, armeno, croato, serbo, ebraico, bosniaco, greco, bulgaro, rumeno, ungherese, curdo, yiddish
InnoInno imperiale ottomano
CapitaleCostantinopoli, chiamata dagli ottomani e dal loro governo قسطنطينيه, (traslitterato Ḳosṭanṭīnīye, il nome turco-ottomano per Costantinopoli); dagli anni trenta in poi si incominciò a chiamare la città Istanbul  (1 174 000 ab. / 1917)
Altre capitaliSöğüt (1299–1326)
Bursa (1326–1365)
Edirne (1365–1453)
DipendenzeCoat_of_arms_of_Wallachia%2C_1700.svg Principato di Valacchia
(1396-7, 1417-1861),
Coat_of_arms_of_Moldavia.svg Principato di Moldavia
(1456-7, 1503-1861),
Giray_tamga_grayscale.svg Khanato di Crimea
(1478-1774),
Coa_Hungary_Country_History_John_I_of_Hungary_%28Szapolyai%29_%281526-1540%29.svg Regno dell'Ungheria orientale
(1526-51, 1556-70),
Coat_of_arms_of_Kingdom_of_Imereti.svg Regno d'Imerezia
(1555-1804),
Arms_of_Transylvania_in_Cod._icon._391.svg Principato di Transilvania
(1570-1692),
Coat_of_arms_of_the_Khedive_of_Egypt.svg Chedivato d'Egitto
(1867-1882),
e altri (cfr. articolo)
Politica
Forma di governoMonarchia assoluta
(1299–1876)
(1920–1922)
Monarchia assoluta sotto dittatura totalitaria autocratica
(1878–1908)
Monarchia costituzionale
(1876–1878)
(1908–1913)
(1918–1920)
Monarchia parlamentare sotto dittatura militare totalitaria monopartitica
(1913–1918)
Califfato
(1517–1922; fino al 1924 nella repubblica)
SultanoDinastia ottomana
Nascita1299 con Osman I
Causaassorbimento del Sultanato selgiuchide di Rūm e di altri beilicati turchi d'Anatolia
Fine1º novembre 1922 con Mehmet VI
CausaAbolizione del sultanato ottomano e nascita della Repubblica di Turchia
Territorio e popolazione
Bacino geograficoVicino Oriente, Medio Oriente, Balcani, Egitto, parte del Nordafrica
Territorio originaleAnatolia
Massima estensione3 900 000 km² ca. nel 1683[1][2]
Popolazione30 000 000 nel 1683;
35 350 000 nel 1856;
24 000 000 nel 1912;
23 000 000 nel 1914;
14 630 000 nel 1919[3]
SuddivisioneEyalet (1365-1867),
vilayet (1867-1922)
Economia
ValutaAkçe

Kuruş

Risorsealimentari, spezie, profumi
Produzionialimentari, spezie, profumi
Commerci conImpero britannico, Repubblica di Venezia
EsportazioniSpezie, profumi
ImportazioniArmi, minerali
Religione e società
Religione di StatoIslam sunnita
Religioni minoritarieChiesa ortodossa, Islam sciita, Cattolicesimo, Ebraismo, Chiese ortodosse orientali
Evoluzione storica
Preceduto daFlag_of_the_Greek_Orthodox_Church.svg Impero bizantino
Sultanato selgiuchide di Rūm
Sultanato danishmendide
Karamanid_Dynasty_flag.svg Beilicato di Karaman
Beilicato di Osman
Succeduto daBandiera dell'Impero ottomano Governo della Grande Assemblea Nazionale Turca
Flag_of_the_Provisional_Government_of_Albania_%281912%E2%80%931914%29.svg Albania indipendente
Flag_of_Bosnia_%281908%E2%80%931918%29.svg Amministrazione austro-ungarica in Bosnia ed Erzegovina
Flag_of_Kingdom_of_Syria_%281920-03-08_to_1920-07-24%29.svg Regno Arabo di Siria
Bandiera del Regno Unito Mesopotamia britannica
Bandiera della Grecia Prima Repubblica ellenica
Bandiera della Palestina Regno hascemita dell'Hegiaz
Bandiera del Regno dello Yemen Regno dello Yemen
Civil_flag_of_Serbia.svg Principato di Serbia
Bandiera della Bulgaria Principato di Bulgaria
Flag_of_the_Prince-Bishopric_of_Montenegro2.svg Principato del Montenegro
Ensign_of_the_Palestine_Mandate_%281927%E2%80%931948%29.svg Palestina britannica
Ora parte diBandiera della Turchia Turchia
Bandiera della Croazia Croazia
Bandiera dell'Albania Albania
Bandiera della Serbia Serbia
Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Bandiera della Romania Romania
Bandiera della Moldavia Moldavia
Bandiera dell'Ucraina Ucraina
Bandiera della Russia Russia
Bandiera della Grecia Grecia
Bandiera della Macedonia del Nord Macedonia del Nord
Bandiera del Montenegro Montenegro
Bandiera della Bulgaria Bulgaria
Bandiera dell'Ungheria Ungheria
Bandiera dell'Armenia Armenia
Bandiera della Georgia Georgia
Bandiera del Libano Libano
Bandiera della Palestina Palestina
Bandiera della Siria Siria
Bandiera della Giordania Giordania
Bandiera dell'Egitto Egitto
Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita
Bandiera del Sudan Sudan
Bandiera dello Yemen Yemen
Bandiera della Tunisia Tunisia
Bandiera della Libia Libia
Bandiera dell'Algeria Algeria
Bandiera di Cipro Cipro
Bandiera del Kuwait Kuwait
Bandiera dell'Iraq Iraq
Bandiera dell'Iran Iran
Bandiera della Slovacchia Slovacchia
Bandiera del Kosovo Kosovo
Bandiera d'Israele Israele
Close

Tra il XVI e il XVII secolo, sotto il regno di Solimano il Magnifico, l'impero giunse all'apice del suo potere, diventando un'entità multietnica, multireligiosa e multiculturale, controllando un immenso territorio, esteso dai confini meridionali del Sacro Romano Impero, fin quasi alle periferie di Vienna e della Polonia a nord, fino allo Yemen e all'Eritrea a sud; dall'Algeria a ovest fino all'Azerbaigian a est, controllando la quasi totalità dei Balcani, del Vicino Oriente e del Nordafrica. Nei secoli, ben sette guerre turco-veneziane caratterizzarono i controversi rapporti tra l'impero ottomano e la Repubblica di Venezia, partner privilegiati nei commerci ma nemici perenni per il controllo del Mediterraneo e in particolare della Grecia.

Avendo Costantinopoli come capitale e un'enorme influenza sul Mediterraneo e sull'Oceano Indiano, l'impero fu una porta di scambi tra Oriente e Occidente. Anche dopo la morte di Solimano l'impero continuò a mantenere un'economia flessibile e forte per tutto il XVII e gran parte del XVIII secolo; tuttavia, il lungo periodo di pace che andò dal 1740 al 1768 comportò un certo rallentamento nello sviluppo del suo sistema militare che divenne col tempo più arretrato rispetto a quelli dei suoi rivali europei. Di conseguenza, tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo gli Ottomani subirono gravi sconfitte militari che li indussero ad avviare un processo completo di riforma e modernizzazione dello Stato, noto come Tanzimat. Ciononostante l'impero andò incontro ad un lento declino, che lo condusse verso un periodo di instabilità politica, e divenne l'oggetto di sfruttamento e speculazione territoriale da parte delle Potenze europee, così come una potenza economicamente arretrata.

Alleatisi con l'Impero tedesco agli inizi del XX secolo nella speranza di sfuggire all'isolamento diplomatico che aveva contribuito alle sue recenti sconfitte, gli Ottomani non riuscirono a reggere l’evolversi della geopolitica mondiale del nuovo secolo. Il primo segnale di forte cedimento del longevo impero fu dato in occasione della guerra italo-turca del 1911-12, quando il giovane Regno d'Italia sconfisse il vetusto Impero ottomano ottenendo il controllo della Tripolitania, della Cirenaica e del Dodecaneso. Fu l’inizio di una serie di eventi (guerre balcaniche) che portarono all'indebolimento e al crollo definitivo dell'impero a seguito della sconfitta nella Grande Guerra. Gli Ottomani combatterono infatti nella prima guerra mondiale dalla parte degli Imperi centrali; nonostante avessero dimostrato di poter reggere il conflitto, il dissenso interno, sfociato nella rivolta araba, compromise irrimediabilmente la situazione politica. Durante questo periodo, il governo ottomano si macchiò di un drammatico genocidio contro gli armeni, gli assiri e i greci del Ponto.

La successiva sconfitta dell'impero e l'occupazione di porzioni del suo territorio da parte delle potenze alleate all'indomani della guerra provocarono la perdita dei territori mediorientali, che furono divisi tra il Regno Unito e la Francia. La riuscita guerra d'indipendenza turca contro gli alleati occupanti portò all'abolizione del sultanato ottomano e all'emergere della Repubblica di Turchia nel cuore dell'Anatolia.

Oops something went wrong: